Intervista ai Dio - distraught overlord a Houston, in Texas

intervista - 23.02.2009 13:00

JaME ha avuto l'opportunità di intervistare i Dio - distraught overlord durante il loro debutto in America a Houston, Texas.

Dopo il loro live di debutto in America, JaME ha avuto l’opportunità di intervistare i Dio - distraught overlord. Essendo la loro prima volta negli Stati Uniti, i cinque componenti hanno potuto riflettere su alcune loro esperienze all’Oni-con e su quello che si aspettano negli anni a venire.


Per favore presentatevi ai nostri lettori.

Ivy: Ivy al basso.
Erina: Erina e amo la birra.
Denka: Denka, amante del pro wrestling.
Mikaru: Sono Mikaru, il cantante con le ali.
Kei: Non ho niente da dire ma sono Kei.

Questa è la vostra prima volta negli Stati Uniti. Come vi siete sentiti a stare in una anime convention invece che in un locale per concerti?

Mikaru: Da quando abbiamo fatto il Japan Expo in Francia, abbiamo pensato che l’Oni-con essendo una anime convention fosse piena di cosplayers, e quando siamo venuti all’Oni-con abbiamo pensato che fosse come il Japan Expo. Quella volta abbiamo potuto girare e vedere molte cose. Quindi ci dispiace non poter girare per l’Oni-con. Volevamo vedere i cosplay.

Dopo il vostro concerto di ieri sera pensate di voler tornare in America per un tour?

Mikaru: Siamo rimasti sorpresi perchè non pensavamo di avere tutti questi fan ad aspettarci qui. Sicuramente vogliamo programmare presto un ritorno.

Quali sono state le differenze non solo tra i fan americani e giapponesi ma anche tra quelli europei ed americani?

Erina: La pazzia dei fan è simile ed anche i loro occhi.
Mikaru: Ieri nessuno ha tastato il mio pacco (ridono tutti).

I fan si chiedono quali sono i vostri strumenti preferiti. Che marca, fabbrica o stile.

Kei: Mi piace usare gli amplificatori Marshall.
Denka: Consiglio vivamente i rullanti Orange County.
Erina: Per me è quasi difficile perché con le chitarre può succedere che una da 500 yen abbia un suono migliore di quella da un milione di dollari. E’ difficile da dire, quindi direi che non c’è una marca specifica.
Ivy: Sai è davvero questione di gusti, ma se vuoi un suono hard core allora dovrebbere essere un Eden.

Qualcuno di voi ha degli strumenti personalizzati?

Erina: L’ho fatto con gli amplificatori perché ho un sacco di cose extra da metterci sopra, tipo 3 o 4 canali non sono abbastanza quindi ho dovuto personalizzarlo per avere più canali, ma niente di più.
Kei: Normalmente uso la mia chitarra originale ma si è rotta proprio prima di venire qui e allora ho preso in prestito quella di Erina.

Siete andati a vedere qualcosa in Texas? Se no, quale è il posto dove vi piacerebbe andare?

Denka: La NASA (tutti concordano e ridono)
Kei: La NASA e’ qui?
Sì, la NASA è in Texas!
Kei: Non è in Texas, ma se potessi, mi piacerebbe andare a vedere la Statua della Libertà a Manhattan. Sempre in America, voglio andare in un qualche luogo con un bel panorama perché è quella l’immagine che ho dell’America.
Denka: Voglio andare al Toyota center e veder giocare i Rockets.
Erina: Voglio andare da qualche parte dove l’alcohol è buono. (ridono tutti)
Ivy: Voglio andare proprio lì! (punta fuori dalla finestra)

Quale è stata la cosa più sorprendente in America? Le strade, i palazzi, la gente?

Denka: Sono stato sorpreso dalle tante limousine! C’era anche una limousine Hummer.
Kei: Siamo andati all’aeroporto Newark nel New Jersey e per strada ho visto un ragazzo che giocava a calcio ma era davvero bravo! Quindi ho visto l’allenamento di base, la differenza degli allenamenti tra il Giappone e l’America.
Mikaru: Ci sono molti ragazzi e ragazze che sembrano davvero forti.

Chi si occupa delle copertine e del vostro logo? Come ad esempio delle magliette che hanno qui alla convention.

Manager: Il logo è stato creato da un designer dell’etichetta ma ho deciso io di metterle sulla maglia. Anche le copertine sono fatte dallo stesso designer.

Come vi sentite ad avere un CD in uscite mentre siete in America? Emozionati? O forse impauriti?

Mikaru: In questo momento è un pò in ritardo, ma vogliamo davvero che tutti lo ascoltino e sentano che siamo "qui".

Direste che la nuova uscita è una piccola anteprima di quello che avremo dai Dio in futuro?

Erina: Questo è un album e quindi ci saranno delle canzoni che abbiamo rimasterizzato, è più per le persone che non ci conoscono, per fargli capire come siamo.

Credete che la vostra musica sia cambiata o cresciuta sin da quando avete fondato i Dio?

Mikaru: Abbiamo iniziato quasi due anni fa ma personalmente la mia voce era carina con le urla ed il canto ma ora sembra che sia cambiata, come se ci fosse stato il passaggio da adolescente a uomo.

Avete in progetto qualche sperimentazione con il vostro sound in futuro?

Erina: Bè, con l’uscita di CARRY DAWN abbiamo fatto delle sperimentazioni. E pensiamo cose del tipo "forse dovremmo provare questo" oppure "non dovremmo fare questo con i Dio" e vedere quello che succede. Quindi prima c’è qualche sperimentazione che vogliamo fare e poi partiamo da lì.

Se ci fosse un artista o un gruppo americano con i quali poteste fare un tour, chi sarebbero?
(tutti pensano per un minuto)
Chiunque, la band dei vostri sogni.

Mikaru: Mariah Carey, perché è carina. (ridono tutti)
Erina: Chiunque vero? Voglio farlo con i Metallica.
Kei: Slayer.
Denka: Linkin Park.
Ivy: Konishiki il wrestler. Un giorno alle Hawaii.

Sappiamo che ascoltate musica europea, ma ci chiediamo se ci sono delle band americane che vi hanno influenzato.

Kei: Ascolto molto death metal quindi gruppi come Cannibal corpse, In Flames, Arch Angel e Slipknot. Solo a livello di ascolto.
Mikaru: Mariah Carey.
Denka: Foo Fighters e Puddle of mudd.
Erina: Korn, sono americani vero? Già, mi piacciono molto i Korn.
Ivy: Backstreet boys. (ridono tutti)

Nel passato avete citato il kote-kei anche se siete raggruppati in quello stile non vi sentite kote-kei. Potete spiegare ai nostri lettori quale è il vostro stile?

Mikaru: Kote kei? Cosa è?
Erina: Molti fan internazionali sembrano concentrarsi su quell’aspetto del visual kei o kote kei perchè tutto il trucco ed i vestiti sono davvero affascinanti ecco cosa è il kote kei. Ma con la nostra situazione cambia da canzone a canzone quindi non è che non siamo kote kei ma cambiamo tra i diversi generi del visual kei a volte.

Mikaru, in passato hai detto che cerchi di raccontare delle storie con la vostra musica: puoi dirci qualcosa di più su questo metodo?

Mikaru: Per provare a raccontare le storie faccio ogni canzone come un racconto separato. Quindi non posso raccontare facilmente la storia. Scrivo quello che mi piace scrivere a quel punto, quindi non voglio scrivere niente in particolare con un unico filo conduttore.

I vostri costumi sono essenziali per la vostra espressione. Sentie che i vostri PV abbiano la stessa importanza oppure siano più un’espressione artistica del regista?

Mikaru: Per i PV ne parliamo e per i costumi ed il trucco ognuno di noi disegna i propri.
Erina: Quindi uno di questi giorni ci potrebbe essere l’occasione che uno di noi faccia "BAM WOW".
(Lo stomaco di Kei inizia a brontolare e tutti ridono)

Grande tempismo! Potete mandare un messaggio ai vostri fan?

Erina: Ovviamente vogliamo tornare in America ma non possiamo farlo fino a che i nostri fan ascoltino la nostra musica e ci richiedano. Questa volta si è trattato di un evento come questo, ma per la prossima volta non so che tipo di evento sarà, quindi aspettateci.
Ivy: Se mi fosse chiesto cosa mi piace di più tra un cane ed un gatto, dire un cane perchè è più leale al suo padrone quindi mi piacciono le persone così. (tutti ridono)
Denka: Fan americani, i Dio continueranno ad evolversi molto molto in fretta, quindi continuate a seguirci.
Kei: In America c’è un altro grande gruppo chiamato Dio e ci piacerebbe diventare così grandi quindi sosteneteci. Inoltre, voglio mangiare la carne.
Mikaru: Ai fan americani: perchè non salite sulla mia schiena e voliamo? (ridono tutti)


Ringraziamenti speciali all’Oni-con, Cure ed all’interprete Midori Maejima per aver reso possibile tutto ciò.
artisti collegati
commenti
blog comments powered by Disqus
temi collegati

Oni-Con 2008

annunci
  • SYNC NETWORK JAPAN
  • euroWH
  • Chaotic Harmony